I migliori brunch di Londra

Londra e il brunch ormai sono inseparabili. Dateci brunch cocktails, un bicchiere di Prosecco da riempire peggio della coca cola da Nandos e una serie di piatti a base di uova e siamo contenti. Ma se preferite provare dei brunch innovativi, eccovi una lista del meglio che la Capitale ha da offrire.

Il Peruviano – Lima Floral

Uno dei più sani ed economici brunch di Londra, quello di Lima Floral dà la possibilità di scegliere tra un pranzo lungo al costo di £30 e un’opzione decisamente più dolce, la colazione Andina di £18. La colazione Andina è il modo migliore per provare manicaretti cubani come il porridge di quinoa, yoghurt con eucalipto e polline, oltre a pancakes e mousse al cioccolato per i dolci, e mini-burger di maiale tra i salati.

Lima Floral
14 Garrick Street
London
WC2E 9BJ

Brunch:  £18 o £30 a persona, più £12 per Prosecco illimitato.

 

Il Cubano – Asia De Cuba

Situato nella sala ristorante del posh St. Martin’s Lane Hotel, Asia De Cuba è un brunch con un bel mix di tradizioni Chino-Latino, che prende ispirazione dalla cucina de L’Avana.

Il brunch di Asia de Cuba ha una buona cura dei dettagli, serve infatti gli antipasti in una scatola di sigari, un primo a vostra scelta e frittelle a non finire, con cocktail illimitati per £48 o Champagne e cocktail per £70.

Asia De Cuba
45 St Martin’s Lane
London
WC2N 4HX

 

L’Orientale  – Flesh and Buns

Assolutamente uno dei migliori brunch della Capitale, e al contempo, anche uno dei più pericolosi se amate cocktail e Prosecco a non finire; elementi che lo rendono dunque pericoloso un po’ per tutti. Per sole £46 Flesh and Buns offre un Bloody Mary all’entrata, tre antipasti, un primo, dessert e Prosecco. Tanto Prosecco. Ottimo equilibrio tra quantità di cibo e quantità di alcohol.

Flesh & Buns
41 Earlham Street
London
WC2H 9LX

Brunch: £46 a persona

 

L’elegante  – South Place Hotel

Il brunch di 3 South Place Hotel è a base di Bellini, Mimosa e Prosecco. Parte del menu è uno dei migliori Bircher muesli fatti in casa mai visti, insieme al classico “Bangers & Mash”; le salsicce inglesi col purée di patate e la gravy. Il South Place Hotel è un giusto compromesso per chi vuole godersi un bel brunch londinese; perché è la scusa perfetta per trattarsi bene senza rimetterci un occhio della testa.

South Place Hotel
3 South Place
London
EC2M 2AF

Brunch: £22.50 a persona per due portate, £27.50 per tre. Aggiungete £15 per Prosecco illimitato.

 

L’Inglesissimo  – Tom’s Kitchen Canary Wharf

Il brunch da Tom’s Kitchen’s Canary Wharf è una pausa di relax dal caos del distretto finanziario, una sorta di oasi felice. Tra i piatti tipici del menu di Tom’s Kitchen ci sono la torta di granchio piccante e una versione speciale degli Eggs Benedict, le uova in camicia col prosciutto e la salsa hollandaise: il segreto di Tom’s Kitchen sta nel sostituire il prosciutto con croccante bacon, per un effetto davvero indimenticabile.

Tom’s Kitchen Canary Wharf
11 Westferry Circus,
London
E14 4HD

Brunch per due: £70.50 + service charge

 

Il decadente – Bourne & Hollingsworth Buildings

Bourne & Hollingsworth Buildings’ prepara dei classici del brunch impeccabili, ma è il loro French toast che li rende unici. Riconoscibile come un vero e proprio trionfo dei carboidrati, questo French toast è perfettamente abbinato con crema e lamponi; inoltre, a completare il quadro, un’atmosfera allegra e spensierata in accompagnamento tutta da godere in un edificio coloniale di super classe.

Bourne & Hollingsworth Buildings
42 Northampton Road
London
EC1R 0HU

French toast: £6.50-£7.50

 

Carolina Are

Sono un'ex pubblicitaria con una laurea in giornalismo della City University di Londra. Da poco ho lasciato il mondo dei "Mad Men" per trasferirmi a Sydney e realizzare il mio sogno da teenager: studiare criminologia. Sono una viaggiatrice di professione, avendo percorso gli USA coast to coast tramite Couchsurfing, una storia che racconterò presto con un eBook per Italian Kingdom. Dopo anni di vita da lifestyle blogger londinese tra recensioni, di viaggi, cene e bevute in italiano e in inglese, ora scrivo per l'Huffington Post. Ho scritto 3 libri fallimentari e spero di pubblicarne presto uno. Amo American Psycho, Alice Cooper, le cupcakes e non mi fido di chi non ama Harry Potter.