Lumiere London: la città sotto un’altra luce

Vorreste vedere Londra sotto una nuova luce? Il Lumiere London Festival promette con le sue installazioni di trasformare per quattro serate alcuni dei luoghi più iconici di King’s Cross e del West End in una nuova esperienza artistica.

Provate a re-immaginare il paesaggio urbano di Londra e la sua architettura con l’allestimento di 30 esposizioni di opere d’arte luminose, organizzate in quattro aree principali: King’s Cross; Mayfair e Grosvenor Square; Piccadilly, Regent Street, Leicester Square e St James; e Trafalgar Square e Westminster. 

Organizzato da Artichoke e sostenuto dal sindaco di Londra, sarà possibile ammirare le opere d’arte del Lumiere London Festival dal 14 al 17 gennaio 2016, dalle 18:30 alle 22:30. Sviluppandosi secondo facili percorsi pedonali che si diramano tra le 30 aree espositive, il festival avrà sopratutto lo scopo di attirare londinesi e turisti nel cuore della capitale britannica durante quello che è tradizionalmente uno dei mesi più calmi dell’anno, incoraggiando le persone ad esplorarne le opere e gustare un drink o un pasto caldo (sopratutto in questi giorni n.d.r.) in uno dei numerosi punti di interesse lungo la strada.

Tra i sentieri suggeriti vale la pena segnalare quelli: da Leicester Square fino al Trafalgar Square e l’Abbazia di Westminster; da Piccadilly Circus a Grosvenor Square via Piccadilly Arcade e St James; lungo Regent Street via Carnaby a Oxford Circus; e da Euston Road a King’s Cross, Granary Square e oltre.

Presso la Westminster Abbey, l’artista digitale francese Patrice Warrener “dipingerà” con la sua tecnica chromalithe ad effetti elettronici e colori, il West Gate dell’Abbazia. L’opera “Light of the Spirit” illuminerà le statue in pietra sopra la Great West Door tra cui quella di Martin Luther King e del vescovo di El Salvador Oscar Romero, così come parte delle due torri occidentali costruite da Christopher Wren e Nicholas Hawksmoor.

A Piccadilly, sculture di luce danzeranno con gli elementi dell’edificio grazie ad un’opera in technicolor realizzata dallo studio NOVAK e su musica di Ed Carter, mentre sulla facciata del BAFTA 195 a Piccadilly, le star più importanti e rappresentanti della TV e del cinema britannico appariranno come parte della struttura. Michael Caine, Olivia Coleman, Idris Elba, Steve McQueen e Julie Walters saranno cosi parte di una cornice che esplorerà attraverso le immagini d’archivio del BAFTA, i diversi generi cinematografici e della televisione.

A King’s Cross invece, i visitatori potranno esplorare i suoi edifici e i suoi spazi attraverso 11 installazioni e numerose opere d’arte tra cui il “Circus of Light”, una magica animazione che si estende in tutta l’ampiezza del Granary Building, realizzato specificatamente per il festival dallo studio portoghese Ocubo e quindi “Diver” di Ron Haselden, una scultura di luce di 17 metri installata al King’s Cross Swimming Pond Club.

Consultando la mappa del festival a questo indirizzo potete trovare anche tutte le informazioni specifiche per ogni allestimento.
Per maggiori informazioni qui il sito ufficiale dell’evento.

Stefano Broli

Stefano Broli

Director at Italian Kingdom
Direttore responsabile di Italian Kingdom, Stefano Broli è un Fotografo Leica Freelancer, Photo Editor e Vice-Direttore dello Youth Economic Summit London.
Stefano Broli