Le eccellenza del Sud Italia per la prima volta London Design Festival

A passarsi la staffetta con la London Fashion Week, come il fratello meno appariscente, ma non per questo meno affascinante, il 19 settembre scorso è sbarcato a Londra il Design Festival, che si è concluso la scorsa domenica con un ottimo riscontro e un buon afflusso di visitatori.

Sette giorni dedicati all’arredamento, alle idee creative e all’immaginazione, tra Victoria & Albert Museum, Somerset House, i quartieri più cool della metropoli e una grande varietà di eventi ai quali partecipare con artisti nazionali e internazionali. Ma ce n’è stata una che ha catturato particolarmente la nostra attenzione e rinvigorito il nostro cuore con un misto tra orgoglio e nostalgia.

Anche quest’anno, infatti, l’Italia è andata in scena all’interno della Old Truman Brewery durante il Tent & Super Brands. Manifestazione parallela alle tante proposte durante la settimana, si è trattato di un mix di forze e sinergie per dare spinta ai nomi emergenti del design internazionale e al tempo stesso riconfermare i nomi più noti.
Oltre 450 i brand che vi hanno preso parte e 29 i paesi del mondo: l’idea di camminare tra gli stand di questa esposizione ci ha conquistato, ma la parte più entusiasmante è stata vivere e toccare con mano i complementi di arredo ecosostenibili, le migliaia di luci, i tessuti e gli accessori dal classico al minimal. Tanto verde, raccolto in bolle da appendere al muro, e tante idee piccole, ma che cambiano il modo di pensare la casa e fanno risparmiare tempo. C’erano tutti all’appello: la manifattura coreana, il design irlandese, l’esperienza culinaria taiwanese, la galleria norvegese, i padiglioni australiano, finlandese, lituano, svedese. E ovviamente, dicevamo, l’Italia, non solo con specifici brand, ma con un padiglione del tutto speciale. I 250 metri quadrati designati alla nostra bella penisola erano infatti un omaggio dell’Italian Trade Commission al Sud Italia e alle sue eccellenze, in un periodo dove anche il più piccolo segnale di sostegno e ripresa è prezioso.

Quindici gli espositori provenienti dalla Calabria, Campania, Puglia e Sicilia hanno presentato per la prima volta la loro arte e creatività Design in South Italy. In un susseguirsi di complementi d’arredo e accessori, i visitatori del Tent & Super Brands hanno potuto ammirare la dedizione all’artigianato di Kiasmo, salentina, che strizza l’occhio al suo lato più giocoso con la collezione di ceramiche artigianali illustrate da Vincenzo D’Alba, i tavoli in acciaio verniciato e le sedie disegnate da Ugo La Pietra per Altamura De Mura.
Direttamente da Napoli, ZETAE 123 Collective progetta interni dal design industriale, mentre i prodotti di Barbara Calvo fondono un’estetica minimalista a tratti più raffinati. Corvasce Design stupisce con i meravigliosi e assolutamente sostenibili mobili in cartone. Il  materiale è lavorato sapientemente per realizzare scrivanie, sedie, specchi e armadi dall’inaspettata eleganza.
Lo studio di progettazione D-Lab propone ceramiche dalle forme semplici e al tempo stesso preziose; Angelo Cavallaro, dal suo laboratorio ai piedi dell’Etna, tre armadi dai legni pregiati; Lamberti Décor, la sapiente arte del metallo; Prospettica design, gli sgabelli di ispirazione industrial.
Più classico ma elebatorato, il letto di Punto Largo, specializzata nell’uso contemporaneo dell’artigianato tradizionale.

Progettato dall’architetto Diego Amadei, il padiglione Design in South Italy ha inoltre compreso un suggestivo specchio dell’artista italiano Alfredo Pirri ed è stato sposorizzato da Natuzzi, che ben si sposavano con il talento, l’artigianalità e l’attenzione ai dettagli dei brand proposti dall’Italian Trade Commission. Indiscutibile l’interesse verso i marchi di design italiani, portatori di un intrinseco valore di solidità, innovazione e fatto a mano, ma l’iniziativa è stata soprattutto un’occasione per celebrare la capacità di reinventarsi. Amare il proprio lavoro e farlo con passione significa cogliere ogni occasione di crescere e non avere paura di mettersi in gioco in contesti prestigiosi e internazionali.

Ci auguriamo che questa fiera possa donare loro la spinta necessaria a mostrare ancora e con orgoglio la loro creatività per crescere e farsi desiderare, proprio come Londra ha fatto la scorsa settimana.

Anna Tursi
Seguimi su

Anna Tursi

Blogger at Lifestyle Notes
Lavoro part time sulla concretezza e sogno a tempo pieno.
Fondatrice di Lifestyle Notes, mi occupo di scrittura, pubbliche relazioni, tendenze e intrattenimento.
Mi divido tra la vita reale che adoro e quella parallela su Internet, fatta di sogni, siti web e social network.
Anna Tursi
Seguimi su