Stefano Potortì

Stefano Potortì, Managing Director di Sagitter One.

Ho lasciato l’Italia nel 2003 con l’idea di passare sei mesi fuori per imparare l’inglese e successivamente decidere se tornare in Italia o meno. Sei mesi sono diventati dodici anni e Londra è diventata la mia casa.

Ho iniziato come tanti lavorando nel settore della ristorazione e non l’ho mai lasciato. Prima lavorando come manager poi, nel 2009, decidendo di aprire Sagitter One che si occupa di consulenza nell’ambito del settore ristorativo. Amiamo definirci one stop company perché rappresentiamo una realtà unica nell’ambito della consulenza per la ristorazione rivolta al target degli italiani. Riesce a offrire infatti tutti i servizi sotto lo stesso tetto per chi voglia aprire un ristorante nel Regno Unito a partire dalla ricerca del locale, la selezione del personale e le attività di pubbliche relazioni e marketing. In pratica un chiavi in mano.

Da qualche anno Londra è diventata la capitale mondiale della ristorazione e la competizione è aumentata in maniera esponenziale. È importante avere le informazioni giuste se si vuole aprire un’attività ristorativa per non correre il rischio di farsi male in un mercato che non lascia spazio all’improvvisazione. Questa è forse la caratteristica più importante da considerare se si vuole fare business qui.

Londra è una città estremamente meritocratica e che dà sicuramente soddisfazioni a chi ha voglia di mettersi in discussione. Il cambiamento principale che ho dovuto affrontare nell’arco degli anni è stato quello di riuscire ad interpretare una realtà internazionale che rappresenta un mix di culture e tradizioni da tutto il mondo. Londra non è sicuramente una città facile da vivere ma sa dare tanto a chi è disposto a mettersi in gioco. O la si odia o la si ama. E se la si ama sa ripagare dando ogni giorno esperienze di vita irripetibili grazie al mix di persone che la compongono.

Una delle soddisfazioni più grosse che ricorderò per tutta la vita è quella di essere stato invitato ad una cerimonia nel castello di Windsor alla presenza della regina d’Inghilterra. Un’altra grossa soddisfazione è l’essere stato selezionato tra 300 imprenditori da Goldman Sachs e UCL e per partecipare a un corso riservato alle aziende con elevato potenziale di crescita che mi ha visto impegnato da gennaio a giugno di quest’anno.

Al momento non saprei immaginare la mia vita in un posto diverso da Londra. Da italiano nato e cresciuto in Italia ogni tanto sento la mancanza del mare e qualche volta del sole ma nella vita non si può avere tutto. A dirla tutta poi l’Italia e a solo due ore di aereo da qui il che mi permette di tornare abbastanza di frequente per vacanza o lavoro. Sono convinto che Londra abbia ancora tanto da offrirmi sia lavorativamente che dal punto di vista personale. Professionalmente i progetti di crescita di Sagitter One sono ambiziosi e prevedono l’apertura di sedi anche in altri paesi.

Il futuro prossimo è sicuramente a Londra. Poi si vedrà. L’importante e’ continuare a mantenere il contatto con la nostra splendida Italia e promuovere le sue bellezze ogni qualvolta ne abbiamo l’opportunità.”

http://sagitterone.co.uk/

IK

Italian Kingdom è una startup comunitaria che con un magazine e una radio racconta le storie degli italiani all’estero. #ItalianKingdom