Francesca Trotta

Francesca Trotta, intern presso Mulberry. 

“Mi sono laureata lo scorso giugno in economia e finanza qui a Londra, e adesso sto facendo un internship in product management di sei mesi da Mulberry.

Ho scelto di trasferirmi a Londra perché volevo fare un’esperienza all estero, studiare quello che mi interessava, vivere da sola e conoscere nuove persone in una città più stimolante di Roma. Fortunatamente avevo degli amici che vivevano già qui, a cui ho potuto chiedere ospitalità nei primi giorni. Ero venuta spesso in vacanza, per cui conoscevo la città abbastanza bene e sapevo già come muovermi. Diciamo che sono riuscita ad organizzarmi subito senza troppi problemi, affittando una casa tramite un amico di mio padre a Roma e poi risolvendo tutte le faccende tipo banca, contratto del telefono, eccetera.

Vivere a Londra mi ha resa più autonoma e più indipendente: ho imparato a relazionarmi  meglio con persone che non provengono dal mio stesso background e a risolvere tutte quelle situazioni di emergenza che invece, quando si vive con la propria famiglia, non gestisci mai. Ora sono sicuramente più organizzata e responsabile, nonostante le difficoltà iniziali nel gestire i soldi o risolvere i problemi della casa in una lingua diversa dalla mia, che non ero abituata a parlare quotidianamente. 

La mia soddisfazione maggiore è stata il laurearmi con il massimo dei voti – che era il mio più grande desiderio – e l’essere riuscita, subito dopo la laurea, a trovare da sola un lavoro che mi piacesse.

(C’è un luogo di Londra a te caro o che ha un’importanza particolare per te? n.d.r.) Forse qualche ristorante, specialmente quelli in cui vado con i miei genitori ogni volta in cui vengono a trovarmi. Certe volte mi mancano, i miei familiari o i miei amici più cari, ma per fortuna riesco a vederli spesso. In realtà quasi non sento più nostalgia dell’Italia. 

(Cosa ti sentiresti di dire ad un italiano con la valigia pronta, ed il biglietto per Londra già fatto? n.d.r.) Non ci pensare due volte perché Londra è una città incredibile!

Per ora ho intenzione di rimanere, ma non escludo che prima o poi decida di tornare in Italia. Per il momento, la mia vita è qui”. 

IK

Italian Kingdom è una startup comunitaria che con un magazine e una radio racconta le storie degli italiani all’estero. #ItalianKingdom