Erika Fiorentino

Erika Fiorentino, chef de rang.

“Nel corso della mia vita mi sono sempre definita una sognatrice ma, non essendo fatta “della stessa materia di cui sono fatti i sogni”, qui a Londra lavoro nel campo della ristorazione. 

Quando ho scelto di trasferirmi in questa città volevo per prima cosa impararne la lingua, e poi per cercare una mia forma di indipendenza. L’Italia mi manca molto ma sono soprattutto le abitudini che avevo a mancarmi, tutte quelle piccole cose che prima davo per scontate e che ora non posso più avere. 

Eppure qui a Londra ho imparato anche a stare bene con me stessa, pur sapendo di poter contare veramente su pochissime persone, le stesse che in un qualche modo sono diventate la mia “famiglia” londinese; nel corso della mia esperienza in questa città posso dire di aver imparato sia il lato negativo che quello positivo dell’essere davvero indipendente: il dover contare sempre e solo sulle proprie forze è una lezione dura da mandar giù, ma allo stesso tempo si impara la differenza tra un’amicizia passeggera e un’amicizia vera. 

Avrei intenzione di rimanere in questa città almeno per un altro anno, raggiungere l’obiettivo che mi sono prefissata, e poi tornare la prossima estate a casa mia, a Roma. Avrei DAVVERO bisogno di un break. 

Londra è una città che va velocissima, lavoro cinque giorni a settimana con ritmi sempre elevati, e il tempo per riposarsi non è mai abbastanza. In più Londra è una città di passaggio, una sorta di crocevia di culture, dove tutti arrivano ma in molti sono destinati ad andarsene. Eppure, finché ci è possibile, vale la pena vivere quest’esperienza appieno sfruttando ogni occasione che questa magnifica città ci può offrire.”

IK

Italian Kingdom è una startup comunitaria che con un magazine e una radio racconta le storie degli italiani all’estero. #ItalianKingdom