Se Maometto non va alla montagna…cocktail a Camden Beach!

Manca ancora un weekend alle mie vacanze estive, quando finalmente raggiungerò la mia natia Sardegna per un po’ di sole e mare. L’attesa è snervante, quindi quale posto migliore per godersi un po’ di feeling da spiaggia se non Camden Beach?

Sono stata invitata al lancio mediatico di Camden Beach dal team che si occupa della pubblicità di Stoli Vodka. Per l’occasione, Stoli ha noleggiato un furgoncino in stile food truck di Los Angeles dal quale distribuisce gli ormai onnipresenti cocktail in vasetti della marmellata.

Camden Beach è una versione londinese delle spiagge tipiche del sud-est Inghilterra, ma con tanti cocktail in più. Si trova all’interno della sala concerti Roundhouse, in piena Camden Town. Completa di fish and chips firmato Fishy Business e servito in contenitori con stampa a carta di giornale – like in the olden days -, la spiaggia londinese ospita anche un ‘tiki bar’ dove gustare cocktail tropicali e i fortissimi ma dissetanti Vodka Lemon di Stoli. Non perdetevi il sorbetto alla vodka e limone firmato Stoli e Gelupo Gelato – da leccarsi i baffi!

L’ingresso a Camden Beach è gratuito. È possibile prenotare uno dei ‘beach huts’ – le casette di legno – e le sdraio. La sabbia è proprio vera e non mancano i bambini che giocano a palla. Ma state attenti a quei Vodka Lemon – ne bastano due e vi sentirete come una balena spiaggiata!

Camden Beach
da venerdì 17 luglio a domenica 23 agosto presso
Roundhouse, Chalk Farm Road,
London, NW1 8EH

Foto: Domino Communications

Carolina Are

Sono un'ex pubblicitaria con una laurea in giornalismo della City University di Londra. Da poco ho lasciato il mondo dei "Mad Men" per trasferirmi a Sydney e realizzare il mio sogno da teenager: studiare criminologia. Sono una viaggiatrice di professione, avendo percorso gli USA coast to coast tramite Couchsurfing, una storia che racconterò presto con un eBook per Italian Kingdom. Dopo anni di vita da lifestyle blogger londinese tra recensioni, di viaggi, cene e bevute in italiano e in inglese, ora scrivo per l'Huffington Post. Ho scritto 3 libri fallimentari e spero di pubblicarne presto uno. Amo American Psycho, Alice Cooper, le cupcakes e non mi fido di chi non ama Harry Potter.