Pollo fritto e cocktail: un mix da sogno al Chick’N’Sours

Sarà che son stata corrotta da mesi passati in America, ma il pollo fritto è una delle mie debolezze. Ecco perché quando ho saputo che Dalston ospitava un cocktail bar con un menu a base di pollo fritto accompagnato da cocktail sour – altra mia debolezza – mi sono fiondata lì. Era un mercoledì sera e volevo risollevare le sorti di una pazza settimana di lavoro in PR. Ecco la mia recensione del pollo fritto migliore di Londra, Chick’N’Sours.

Al 390 Kingsland Road, Chick’N’Sours è il sogno divenuto realtà di ogni amante del pollo fritto. Il nuovo ristorante fa il verso agli orribili Chicken Shops aperti 24 ore su 24 dell’East End londinese, aggiungendo alla squadra già vincente dei cocktail da paura. Chick’N’Sours lavora con fattorie e agricoltori locali per servire pollo allevato in modo etico e verdura organica, cucinando piatti ispirati a una fusione di culture che strizza l’occhio ai classici del pollo fritto.

Abbiamo iniziato la serata con un ‘Mango N’Balsamic sour’ (£6), fatto con Bourbon, succo di lime, amaro, purea di mango e sciroppo balsamico. Anche se il cocktail è buonissimo, trattenetevi dal finirlo subito: sarebbe un peccato non poterlo accompagnare al pollo – e una volta provata la salsa piccante ne avrete bisogno.

Il modo migliore per godersi Chick’N’Sours è andare in due e prendere una serie di antipasti tipo tapas, per provare un po’ di tutto. Io e la mia amica abbiamo preso le ‘Hot Disco Wings’ (£5.50), alette di pollo in una salsa coreana molto ricca che è abbastanza piccante da essere irresistibile, ma senza metterti a rischio di morte da chili. Abbiamo anche provato la ‘Szechuan Aubergine’ (£5.50), una sorta di tempura di melanzane gustosissime servita come un’insalata con chili e salsa di soya.

I piatti principali da Chick’N’Sours sono puro eccesso. A differenza di molti ristoranti, qui le porzioni sono enormi. Il ‘Bun’ (£10) è l’hamburger più grande che abbia mai visto, descritto dalla mia amica come «Pollo su pollo» e fatto con cosce di pollo fritte in stile coreano, maionese Gochuyang e chili.

La nostalgia dell’infanzia mi ha portata a scegliere il petto di pollo (£8) accompagnato dalla salsa barbecue fatta da Chick’N’Sours. Finirlo non è stato facile, ma era troppo buono per non essere divorato! Come contorno abbiamo diviso un’insalata di anguria, noci e coriandolo: il perfetto accompagnamento per un cibo così oleoso come il petto di pollo.

David, proprietario di Chick’N’Sours, è stato così carino da regalarci il gelato al cioccolato salato con crostini di miso.

Se pensate di aver già provato il miglior pollo fritto della vostra vita, ripensateci. Passate da Chick’N’Sours, ordinate qualsiasi piatto a base di pollo sul menu e godetevi il tatuaggio ad acqua che vi daranno all’uscita. Potrete ringraziarmi più tardi.

Chick’N’Sours
390 Kingsland Road
London, E8 4AA

Foto: Chick’N’Sours, Carolina Are

Carolina Are

Sono un'ex pubblicitaria con una laurea in giornalismo della City University di Londra. Da poco ho lasciato il mondo dei "Mad Men" per trasferirmi a Sydney e realizzare il mio sogno da teenager: studiare criminologia. Sono una viaggiatrice di professione, avendo percorso gli USA coast to coast tramite Couchsurfing, una storia che racconterò presto con un eBook per Italian Kingdom. Dopo anni di vita da lifestyle blogger londinese tra recensioni, di viaggi, cene e bevute in italiano e in inglese, ora scrivo per l'Huffington Post. Ho scritto 3 libri fallimentari e spero di pubblicarne presto uno. Amo American Psycho, Alice Cooper, le cupcakes e non mi fido di chi non ama Harry Potter.