Come scoprire tutti gli eventi in corso a Londra

Come scoprire tutti gli eventi in corso a Londra? Non aprite link a caso, perché questa settimana Cosmopolitalian ha studiato per voi una guida per scovare tutti gli eventi da non perdere nella capitale britannica!

Le mie amiche mi hanno da sempre soprannominata con tanti nickname, ognuno corrispondente alle mie “abilità”. Google Maps per la mia tendenza a dare indicazioni stradali, Pimp perché le faccio entrare nei locali con un semplice schiocco di dita e Cupcake perché sono un’amate dei dolci, e non faccio che mangiarne. Secondo me, la loro è solo pigrizia, perché Londra offre tutti gli strumenti per trovare gli eventi più cool del momento. Eccovi quindi la guida di Cosmopolitalian per scoprire gli eventi da non perdere qui a London town.

Usate il vostro smartphone

Trovare un evento è davvero, come si usa dire in questi casi, semplice come un click. Gli eventi di Londra sono listati su miriadi di siti, ma se non volete andarveli a cercare, niente paura; app come Dojo, Hype App o Locappy li trovano per voi e non solo, fanno anche di più: spesso li raggruppano anche per zone. Che viviate a Londra Est, Ovest, Nord, Sud, non ci sono scuse per perdervi gli eventi del momento. Queste app, che sono rigorosamente gratuite, vi tengono “in the know”.

Get social

Spesso si tende a sottovalutare il potere del social network, mentre in circostanze come questa, è fondamentale! Non esiste concerto, mostra o degustazione che non abbia il proprio evento su Facebook o non sia pubblicizzata su Twitter; ecco perché potrete servirvi di queste piattaforme per trovare i migliori eventi in città. Potrete tenere d’occhio gli eventi a cui partecipano i vostri amici (da qualche tempo è ormai Facebook stesso a suggerirlo) o seguire pagine fan o profili su Twitter di ristoranti, club e bar ed innescare l’effetto a catena: vi porteranno ad altri profili, altri ristoranti, altri bar tutti da scoprire.

I siti giusti

Esistono siti il cui unico scopo è farvi conoscere nuovi eventi. Lungi dall’essere news sites, siti come Yelp, Designmynight, London Pop Ups, Eventbrite, Billetto, All In London e chi più ne ha più ne metta, sono i così detti listings websites, e sono proprio questo: aggregatori di eventi! Oltre a svolgere una funzione puramente informativa, su queste piattaforme è possibile comprare biglietti (spesso gratis) per gli eventi del momento. Inoltre, siti come Yelp, vi permettono di lasciare recensioni sulla pagina del ristorante o bar che frequentate e organizzano addirittura serate con sconti per Yelpers.

I giornali gratuiti

Siti e giornali che parlano di eventi qui a Londra sono i migliori del mondo – e sono gratuiti. Io, ad esempio, seguo un preciso schema settimanale, e prendo rispettivamente: TimeOut London il martedì, Stylist il mercoledì, Shortlist il giovedì, l’Evening Standard Magazine il venerdì e Foodism una volta al mese. Rigorosamente gratuiti (si, ci tengo molto a ribadirlo), questi giornali vengono distribuiti in ogni stazione della metropolitana di Londra nei giorni citati qui sopra, e sono una vera e propria bibbia per eventi. Non vi basta? Allora leggete anche The Londonist online.

Email power

Per i più abitudinari, che proprio non riescono a familiarizzare con l’istantaneità dei social network, non hanno voglia di leggere giornali o temono di restare impigliati nell’intricato mondo delle applicazioni, insomma per i nostalgici del web primi anni 2000 esiste ancora la possibilità ricevere un po’ di event wisdom direttamente nella propria inbox: basta abbonarsi (online e gratuitamente) ai seguenti siti per ricevere email giornaliere che vi terranno sempre aggiornati sugli eventi da non perdere a Londra: Emerald Street, Mr Hyde, The Handbook, Urban Junkies e The Slice

Più strumenti usate, maggiore sarà la possibilità di trovare eventi interessanti a cui partecipare a Londra; vi sfido dunque a non sapere ancora come impiegare il vostro weekend!

PRESS ASSOCIATION Photo. Picture date: Saturday August 3, 2013. Credit: Yui Mok/PA Wire.

Carolina Are

Sono un'ex pubblicitaria con una laurea in giornalismo della City University di Londra. Da poco ho lasciato il mondo dei "Mad Men" per trasferirmi a Sydney e realizzare il mio sogno da teenager: studiare criminologia. Sono una viaggiatrice di professione, avendo percorso gli USA coast to coast tramite Couchsurfing, una storia che racconterò presto con un eBook per Italian Kingdom. Dopo anni di vita da lifestyle blogger londinese tra recensioni, di viaggi, cene e bevute in italiano e in inglese, ora scrivo per l'Huffington Post. Ho scritto 3 libri fallimentari e spero di pubblicarne presto uno. Amo American Psycho, Alice Cooper, le cupcakes e non mi fido di chi non ama Harry Potter.