Walk London, i nostri 5 percorsi preferiti

Anche i sassi ormai sanno che Londra vanta la metropolitana più antica del mondo – la Tube, 150 anni portati benissimo – nonché un sistema di trasporti capillare ed efficiente, anche se molto costoso. Quest’ultimo aspetto di solito spaventa non poco sia i visitatori provenienti da altri Paesi in visita a Londra per brevi periodi, sia coloro che abitano stabilmente in città, costretti a rompersi la testa su complicati calcoli basati su zone 1,2,3 etc., luogo di lavoro, quartiere di residenza e via dicendo.

Dimentichiamo per un attimo la routine quotidiana  tutta lavoro e pendolarismo sfrenato, facciamo un passo indietro e concentriamoci su quello che è il modo migliore per esplorare la città e prendere confidenza con la sua toponomastica: camminare. Già! Perché Londra è grande, grandissima, ok, ma non ci sono scusanti per non portarsi dietro un paio di scarpe comode e partire all’avventura. Ogni angolo può nascondere una sorpresa inaspettata!

Andiamo?

1. Il classico: Westminster, Buckingham Palace, Piccadilly Circus

Consigliato a: viaggiatori che visitano Londra per la prima volta.
Durata: circa 2 ore a passo lento/medio.

Partenza dalla stazione di Westminster. La Houses of Parliament e la sua Clock Tower – il celebre Big Ben è la campana al suo interno – si presentano dinanzi a voi in tutta la loro maestosità. Un minuto e raggiungete Westminster Abbey, poi tornate verso la Houses of Parliament e prendete Birdcage Walk: da qui avete accesso al bellissimo St. James Park, alla cui estremità occidentale trovate…Buckingham Palace! Risalite Green Park fino all’omonima stazione e andate avanti, direzione Piccadilly Circus, senza dimenticare una sosta da Fortnum&Mason. Arrivate a Piccadilly e scattate le foto di rito. La cosidetta ‘Statua di Eros’ in realtà si chiama ‘Anteros’ e rappresenta l’Angelo della Carità Cristiana, opera dello scultore Alfred Gilbert. Proseguite lungo Coventry Square verso Leicester Square e Covent Garden. Attraversate la grande piazza e dirigetevi verso Strand, magari facendo una sosta alla Somerset House e anche nella bellissima Courtauld Gallery (che merita una visita vera e propria). Proseguite verso ovest fino a Trafalgar Square, con la statua di Lord Nelson ritta verso il cielo. Decidete se visitare la National Gallery e/o la National Portrait Gallery e poi iniziate la discesa verso Westminster attraverso Whitehall, magari riservando una sbirciatina al numero 10 di Downing Street, residenza del Primo Ministro inglese, e alla House Guards Parade.

 2. L’alternativo: da Hackney a Little Venice

Consigliato a: visitatori di ritorno e residenti ancora un po’ a digiuno su alcune zone della città.
Durata: circa 4 ore a passo lento/medio.

Partenza da Victoria Park, ingresso da Old Ford Road. Il canale punta a nord, per poi virare verso ovest alla fine del parco. Seguendo il canale affiancherete Hoxton e Haggerston e andando avanti in un batter d’occhio si arriva a Angel. Qui la passeggiata subisce una brusca battuta di arresto, ma niente paura: a 500 metri di distanza, all’incrocio tra Muriel Street e Wynford Road, riecco il canale. Da qui proseguite seguendo sempre il corso d’acqua: passerete dietro King’s Cross e St. Pancras e in un batter d’occhio sarete in quel di Camden. Continuate, attraversando tutto Regent’s Park fino a Cunningham Place. Qui c’è un’altra brevissima interruzione e poi, dall’incrocio tra Maida Vale e Edgware Road, vi ritroverete nell’ultima tappa della vostra bella camminata, a Little Venice.

3. Il culturale: Bloomsbury e British Museum

Consigliato a: appassionati di letteratura, inglese e non, ed ex studenti universitari un po’ nostalgici
Durata: circa 1 ora a passo medio/lento.

Partenza da Tottenham Court Road. Camminate direzione nord lungo Tottenham Court Road, girate a destra e attraversate Bedford Square. A sinistra, lungo Matel Street, vi imbatterete in alcuni edifici universitari della University of London, tra cui la Brunei Gallery SOAS e la Senate House Library. Alla fine della strada ecco Gordon Square in cui, al numero 46, visse Virginia Woolf, che negli anni 20 del Novecento era membro del prestigioso ‘The Bloomsbury Group’. Attraversate Tavistock Square, a sinistra: in questa piazza, nella Tavistock House, visse dal 1851 al 1860 Charles Dickens, che nel corso della sua vita cambiò molte abitazioni proprio in zona Bloomsbury. Percorrete Woburn Place, fermandovi al 31 Russel Square: qui visse per un certo periodo Oscar Wilde. Raggiungete il fondo della strada, girate a sinistra su Great Ormond Street e visitate il Charles Dickens Museum. Tornate indietro e raggiungete, a sud, Theobalds Road. Proseguite lungo Bloomsbury Way e poi girate a destra: ecco il British Museum.

4. Lo spensierato: Pub storici e docks

Consigliato a: quelli che sono alla ricerca di un diversivo da South Bank che non disdegnano una buona pinta lungo il percorso.
Durata: 1 ora circa a passo medio/lento.

Partite dalla stazione di Rotherhithe e camminate verso il Tamigi, incrociando lungo la strada il Brunel Museum. Poco più avanti, affacciato sul fiume, ecco il primo pub: Mayflower, dedicato proprio alla nave con cui i padri pellegrini partirono alla volta delle Americhe nel 1620. Tornate alla stazione di Rotherthithe e, con una fermata di Overground (unica eccezione alla camminata), raggiungete Wapping, sulla sponda opposta del fiume. Da qui, su Wapping Walk, trovate Prospect of Whitby, probabilmente il più famoso pub di Londra. Costruito nel 1543 (!) è conosciuto anche come ‘Devil’s Tavern’. Tornate indietro fino a  Wapping High Street, fermatevi a dare un’occhiata al Town of Ramsgate pub, con le sue famose scalette che raggiungono la riva del fiume. Proseguite verso ovest fino a St. Katharine Dock; da qui al sempre suggestivo Tower Bridge è un attimo. In alternativa, continuate la vostra passeggiata costeggiando il fiume fino a raggiungere Westminster.

5. Il meridionale: da Clapham Common a Crystal Palace

Consigliato a: chi non ha mai visitato South London, meglio se alla ricerca di tranquillità.
Durata: 3 ore a passo medio/lento.

Partenza da Clapham Common. Scendete lungo Cavendish Road e Streatham Place, proseguite su Christchurch Road e, una volta raggiunta la stazione di Tulse Hill, girate a sinistra e raggiungete Brockwell Park. Al lato opposto del parco, prendete Croxted Road e poi, girando a sinistra, Turney Road: proseguendo lungo questa strada arriverete nel cuore del bellissimo Dulwich village. Imboccate College Road: a sinistra ecco Dulwich Park, a destra il Belair Park e la famosa (e imperdibile) Dulwich Picture Gallery. Continuate lungo College road e, dopo circa due chilometri di camminata, vi ritroverete come per magia in quel di Crystal Palace. Esplorate il parco e terminate la giornata in uno dei numerosi ristoranti del quartiere.

Samanta Chittolina

Blogger e Content writer da tempi immemori, da due anni condivido pezzi sparsi di Londra sul blog [Banalmente] a Londra. Ho fondato con una socia la FollowMaway Ltd, perché web e viaggi sono una sana ossessione, ed è bene farne una professione. Da grande voglio fare la naufraga su un'isola non troppo deserta. In attesa che ciò avvenga, dispenso consigli agli aspiranti Londoners che mi scrivono all'indirizzo banalmentealondra at gmail dot com

Latest posts by Samanta Chittolina (see all)