Dove andare a correre a Londra. La nostra top 5.

Amate fare jogging? Siete anche voi in cerca dei migliori percorsi per andare a correre a Londra?

Stando a quanto la stampa autoctona ama riportare, le famigerate Olimpiadi 2012 di Londra hanno il merito di aver lasciato ai posteri una vasta schiera di lanciatissimi e provetti amanti dello sport. Vedere una città intera correre in direzione di una meta che non sia la porta di un pub (perdonate l’abuso di facile ironia) ha favorito la nascita e la propagazione di un bel circolo virtuoso. Risultato? Le strade della nostra metropoli preferita sono costantemente popolate da instancabili runners di tutte le età e capacità, dai novellini agli aspiranti professionisti.

Parliamo di corsa perché si tratta, senza se e senza ma, dello sport più praticato per le strade di Londra. Economica e di facile esecuzione, ma da non sottovalutare – prima di iniziare a fare sul serio è consigliabile fare un salto dal GP per gli accertamenti di rito -, la corsa va decisamente a braccetto con il territorio londinese, ricchissimo di parchi e di ampi spazi verdi.

Essendo io stessa amante di questo sport – sono una sfaticata e non corro con lo zainetto infarcito di massi secondo le ultime tendenze di urban running, lo ammetto – ho pensato di proporvi una lista di quelli che, secondo me, sono i 5 migliori percorsi da provare almeno una volta qui a Londra. Ho stilato la lista cercando di tenere in considerazione le varie zone della città e i percorsi sono ordinati dal più corto al più lungo.

Non dimenticate che Londra ospita ogni anno numerose maratone ed eventi sportivi rivolti un po’ a tutti, super sportivi o aspiranti tali, quindi ogni momento è buono per preparare la prima di una lunga lista di gare!

Let’s go!

1. Hampstead Heath (7 km)

Consulta la mappa qui.

Prendete una serata estiva post-lavoro e andate a faticare ancora un po’, ma con piacere, in quello che secondo me è il più affascinante tra i parchi di Londra: Hampstead Heath, o “The Heath”. Spalmata su uno dei punti più alti della città – la vista da Parliament Hill è notevole – questa grande area verde compresa tra le stazioni di Hampstead, Gospeal Oak e Tufnell Park è l’ideale per i corridori che non vogliono rinunciare al contatto con una natura genuina e al tempo stesso amano sfidare se stessi su percorsi leggermente impegnativi – ma non troppo, visti i sali e scendi presenti. Laghetti balneabili, sentieri silenziosi, prati di erba alta, dolci colline e lepri fuggenti: non vi annoierete.

Partite da Parliament Hill, a sud-est (fermata Gospel Oak). Il consiglio è quello di correre lungo il perimetro del parco per non perdere gli scorci più belli; terminato il primo giro, se le forze sono ancora con voi, potete optare per i sentieri meno battutti dell’interno oppure virate verso la pista di atletica a sud di Parliament Hill per la vostra bella dose di ripetute… anche se è altamente probabile che le panchine sapientemente piazzate sul punto più alto della collina non vi lasceranno andare via tanto facilmente, ancor di più se in orario tramonto.

2. Parkland Walk e la ferrovia abbandonata (8 km)

Consulta la mappa qui.

Se l’idea di correre lungo una strada iper affollata e iper congestionata vi dà i brividi, è probabile che vi sentirete immediatamente molto attratti da uno dei percorsi più particolari e suggestivi della città: Parkland Walk e il tracciato di un’antica ferrovia, ora caduta in disuso. Prendete la tube e scendete a Finsbury Park, uscite dal lato ovest e andate in direzione Florence Road (decidete voi quando iniziare la corsa). Il percorso Parkland Walk segue i binari di una ferrovia chiusa nel 1970; il tracciato si snoda per circa 8 km e le soprese non sono poche! Vi imbatterete in statue, piante e alberi degni di un giardino botanico e, rullo di tamburi, perfino in un’autentica stazione ferroviaria abbandonata. Consigliato per la mattina e il primo pomeriggio, da evitare la sera.

3. South Bank (8.56 km)

Consulta la mappa qui.

Non poteva mancare un bel percorso in pieno centro città. Certo, ci sono i parchi (Hyde Park, St. James, Victoria Park, Green Park, e via dicendo), ma correre costeggiando il Tamigi e alcuni tra i panorami più famosi al mondo è sempre un’emozione unica, oltre che un grande privilegio. Scendete a Waterloo, una passeggiata veloce come riscaldamento e via, dal London Eye al Tower Bridge in un’unica soluzione (e ritorno, se ce la fate). Un percorso perfetto per chi ama Londra alla follia e senza riserve, ma anche per coloro che sentono il disperato bisogno di ri-innamorarsi della City. I momenti migliori per venire a correre qui sono tutti quelli lontani dalla rush hour, ovviamente: mattina dopo le 11, pomeriggio tra le 13 e le 16, sera dopo le 19.

4. East London canal run (21 km)

Consulta la mappa qui.

Ed eccolo qui, il mio percorso preferito: ai tempi della mia permanenza in quel di Bethnal Green/Whitechapel, non c’è stato weekend (hangover permettendo) in cui non abbia zompettato maldestramente tra i canali che circondano Victoria Park – altra ottima meta per correre, andare sullo skateboard o sui pattini. Il percorso completo è perfetto per chi vuole allenarsi per una maratona, o per la mezza, ma visti i numerosi punti di accesso ai canali le possibilità sono pressoché infinite. Ad esempio, prendendo come punto di riferimento Victoria Park lato sud con ingresso da Old Ford Road, potete costeggiare il Regent’s canal dirigendovi a sud verso Mile End e proseguire fino a Limehouse o, addirittura, Canary Wharf e Isle of Dogs. In alternativa, puntate a nord lungo il lato sud-ovest di Victoria Park: il percorso vi porterà nientemeno che a due passi dalla stazione di Angel. Qualunque direzione prendiate, non resterete delusi. Si tratta di un altro percorso lontano dal traffico e dallo smog, perfetto per tutte le ore del giorno.

5. Richmond (più di 20 km a seconda del percorso scelto)

Consulta la mappa qui.

Per l’ultimo tracciato della lista siamo a Richmond, sobborgo sud occidentale conosciuto ai più per essere un posto decisamente chic, nonché per i cervi che popolano l’immenso, omonimo parco. Dove correre? Ottima domanda. Io direi: un po’ ovunque. Il solo parco vi dà modo di sgambettare per più di 7 chilometri lungo il suo perimetro, ma se vi annoiate facilmente puntate verso il Tamigi, a nord, sconfinando in quel di Chiswich, oppure andate a ovest per continuare a correre lungo il fiume. Puntando la bussola a sud, raggiungerete l’allegra Kingston Upon Thames, il posto perfetto per festeggiare con una birra in vostro onore (va bene, le calorie ma… ve la meritate, no?). Richmond è sicura anche per una corsa in tarda serata, dopo il tramonto.

Samanta Chittolina

Blogger e Content writer da tempi immemori, da due anni condivido pezzi sparsi di Londra sul blog [Banalmente] a Londra. Ho fondato con una socia la FollowMaway Ltd, perché web e viaggi sono una sana ossessione, ed è bene farne una professione. Da grande voglio fare la naufraga su un'isola non troppo deserta. In attesa che ciò avvenga, dispenso consigli agli aspiranti Londoners che mi scrivono all'indirizzo banalmentealondra at gmail dot com

Latest posts by Samanta Chittolina (see all)